WEB-manifesto-RMA-2019
artigiano-mon-amour-copertina
catalano-LOCANDINA
navette-2019
festa4
WEB-manifesto-RMA-2019
artigiano-mon-amour-copertina
catalano-LOCANDINA
navette-2019
festa4

ROERO MON AMOUR 2019

Anche quest’anno a Monticello d’Alba torna ad aprire l’estate, che ora sembra davvero arrivata, il Roero Mon Amour, festival musicale che si svolgerà da Venerdì 21 a Domenica 23 nella parte alta del paese, ospitato dal magnifico parco del Castello dei Conti Roero di Monticello.

Caffè Boglione di Bra, Feel Good Procuctions, Hiroshima Mon Amour sono gli storici inventori del format Mon Amour, che a Monticello ha trovato la solida determinazione di Comune e Proloco nel proporre un evento che giunge con il 2019 alla sua quinta edizione, sempre impegnata a proporre freschezza e qualità musicale, sempre ad ingresso rigorosamente gratuito !

Ogni anno facciamo tutti gli sforzi necessari ad offrire al territorio un festival che porta nel cuore storico del nostro paese i concerti live di gruppi sempre di grande qualità musicale. I live del Mon Amour sono energiche performance di musica originale di gruppi ed interpreti che spesso hanno poi calcato negli anni successivi palchi ben più importanti, e che sempre hanno portato in Roero quella “biodiversità dell’offerta culturale” che volgiamo sia il tratto caratterizzante del nostro impegno, soprattutto al Roero Mon Amour ed al Piccolo Festival della Felicità (Che quest’anno sarà il 25 Agosto)

Quest’anno il cartellone prevede due concerti live seguti da dj sets il venerdì ed il sabato, con apertura del parco alle 19.00. Imperdibile la possibilità eccezionale di cenare nel prato che ospiterà poi i concerti, con l’offerta street food sempre più completa che quest’anno vedrà impegnata accanto alla Proloco i pizzaioli di “Gennaro Esposito” e la cuoca naturale di “Piatti chiari”. La luce del tramonto, la musica di sfondo, le birra ed i cocktail di Caffè Boglione completano il contorno di un’esperienza resa unica dalla location, il mestoso Castello di Monticello d’Alba, nel cui parco potrete godervi il relax l’avvio del serata.

Venerdì sera apriranno il sipario i “Fake Jam”, con le loro sonorità funk/jazz/soul. Il nome fà riferimento alla finzione che domina e regola i canali di comunicazione ed in particolare i social network, oggi indispensabili piattaforme di esposizione e di lancio anche per chi voglia emergere nel panorama musicale. Fake Jam vuole quindi essere una sorta di critica a questi meccanismi ed allo stesso tempo una dichiarazione di intenti artistici, che fa pensare alla ricerca di una proposta musicale che risulti spontanea quanto una jam session, e che in quel contesto nasce, in effetti, per poi essere raffinata ed elaborata dagli otto componenti della Fake Jam Band.

Il live sarà seguito dal sempre energico Dj Set Tuttafuffa, che accompagnerà le danze fino a notte fonda sotto le mura del Castello dei Roero di Monticello

Sabato sera, a precedere il Dj Set “Ti Amavo”, format dedicato alla musica da ballare degli anni 70, 80, 90 sapientemente selezionati e proposti da Gianluca Cosentino, sarà il concerto live dei Rumba de Bodas.

I Rumba de Bodas sono una band bolognese nata nel 2008 da otto ragazzi con l’intento di condividere musica e avventure. Con questo spirito la carovana comincia, equipaggiata di furgone e tende, le sue peregrinazioni per l’europa, guadagnandosi la reputazione di band esplosiva che trasforma in festa ogni concerto. Ska, Funk, Latin vibes, Swing, ogni repertorio è funzionale alla missione di fare smuovere le folle. Solcando ogni tipo di palco, ma non perdendo mai il vizio di fare incursione in strada per sovvertire l’ordine pubblico a suon di gran cassa, i tour diventano sempre più consistenti, con tappe che toccano gli estremi del continente e partecipazioni a festival importanti in italia e all’estero (Boomtown Fair, Fusion Festival, Edinburgh Jazz Festival, Cous Cous Festival, Irlanda in Festa, Montreux Jazz Festival, Seoul Music Week). Attraversando cambi di formazione (gli otto diventano sette) e di sound la band sforna Just Married (2012) e Karnaval Fou (2014) che vanno a ruba nelle piazze e nella balere! Il 2018 è l’anno della terza fatica, esce Super Power (Irma Records).

Sia il Sabato che la Domenica torna la selezione di stand artigianali “Artigiano Mon Amour”, dedicata all’uomo ed alle sue arti. Come al Piccolo Festival della Felicità, grande attenzione è data, durante le manifestazioni Monticellesi, all’artigianato e al recupero o manenimento della capactà dell’uomo di realizzare a mano oggetti unici. Tali capacità, oggi messe a rischio da un’econmia che sembra illludersi di poterne fare a mano, vengo qui presentate come medicina del nostro futuro, come conoscenza indispensabili ad affrontarlo con serenità. Gli artigiani sono, per Monticello, portatori sani di felicità interna lorda, e le loro abilità da divulgare e difendere.

La Domenica il parco apre fin dal mattino, con la possibilità delle visite guidate al Castello, e di godersi in tutto e per tutto il parco romantico all’inglese progettato dal paesaggista dei Savoia Xavier Curten. Il Parco permette di immergersi nella storia del castello attraverso un diverso punto di vista e di scoprire come è cambiato il gusto estetico degli esterni e delle aree verdi nel corso dei secoli. Passeggiando lungo il Viale dei Tigli e sulle sponde del laghetto, si gode della rigenerante ombra delle numerose piante che contribuiscono a creare il verde del Parco vecchie anche di duecento anni! Le cucine street food e i vini del Roero vi faranno compagnia fin dall’ora di pranzo, e per il pomeriggio il Roero Mon Amour ha pensato di offrire ai visitatori la possibilità di incontrare il magico mondo, onirico e intimamente indagatore, dell’artista Antonio Catalano, che porta a Monticello un piccola e temporanea succursale del “Villaggio fragile” messo in piedi in questa estate al Palazzo Alfieri di Asti. La bravissima Giulia Marchiaro proporra giochi stimolanti ai a bambini piccoli e grandi che vorranno cimentarsi con le sue ludiche creazioni.

Le visite guidate al castello saranno impreziosite dall’incontro con l’arte povera di A. Catalano in una accattivante esposizione in dialogo con gli importanti interni dell’antico maniero.

Imperdibile poi la perfomance teatrale live dell’ecclettico artista che andrà in scena alle ore 16.00, quando Antonio Catalano metterà in scena, all’ombra del tiglio secolare antistante lo scalone d’ingresso, il suo “Quattro passi per sgranchirsi l’anima”.

Quattro passi per sgranchirsi l’anima” è il viaggio iniziatico di un camminatore di nome Paolino, del quale il narratore non ci svela nulla, se non il suo desiderio di viaggiare, di pensare e ripensare, di dialogare con chiunque incontri (grilli, foglie, anatre, nuvole, montagne, vento, fulmine…), soprattutto di imparare la lingua e i sogni di ciascuno. Una storia dedicata a chi sa sospendere il tempo, meravigliarsi, emozionarsi. 
Una storia senza finale, perché il narratore è alla ricerca di una realtà che sappia sognare: solo nei sogni, infatti, si nascondono le verità più profonde, per cui il narratore nelle note finali ci annuncia che uscirà dalla storia solo quando avrà imparato le lingue del mondo e si sentirà libero di meravigliarsi del creato. Un invito rivolto a tutti noi ad abbandonarci allo stupore di cui è piena la vita di ogni giorno, a lasciare che il nostro cuore palpiti insieme a quello di Paolino e… a sgranchirci l’anima con lui.

Dalle 17.00 tornerà nel vivo il programma musicale con il lunghissimo e prezioso Dj Set organizzato da Feel Good Productions, partner storico della kermesse. Soul Cookin è un vero e proprio viaggio nella musica tutto da ballare. Un Dj Set di oltre cinque ore dove si alternaranno e dialogheranno alla consolle il mitico e bravissimo Pony Montana e Massimiliano Troiani, conduttore radiofonico e dj di Radio Capital e Radio m2o. Un’occasione unica ed importante per gli amanti delle kermesse elettroniche, che chiuderà con ore di danza interrotta una kermesse che promette musica, bellezza ed amore.

NAVETTE disponibili ( 1 € ) dalle 19.00 di Venerdi 21 e Sabato 22 , e dalle 15 di Domenica 23 , con partenza da Monticello Borgo di fronte alla Chiesa di Piazza Augusto Dacomo, e dal parcheggio di Manufatti Sant’Antonio in località Sant’Antonio. Vi invitiamo ad utilizzarle ed a rispettare e favorire il lavoro di autisti, guide e personale volontario della gestione accessi e traffico, che svolgono un lavoro indispensabile per il divertimento di tutti ed il funzionamento dell’evento.

Qui di seguito le locandine di quest’anno con le preziose illustrazioni di un amico di Monticello e delle nostre manifestazioni, l’artista Andrea Zep Granato.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *